Poesie Italiane Poesie Bellissime Poesie sull'amore Poesie sull'amicizia Poesie sulla vita Poesie per bambini Poesie Neruda Poesie d'autore Poesie da dedicare
 

  Poesie e Poeti Home Page Poesia Facebook di Rolando Attanasio

 

Poesia & Poeti...
Poesie Bellissime
Poesie Italiane e non



  Menù Poesie & Poeti
 

  Partner


Fai Click e vieni su SitoFelice.it, la migliore soluzione per la creazione del tuo sito web


RomaTVB, vuole bene a Roma... fai click! Vieni anche tu!



 

FACEBOOK, poesia di ROLANDO ATTANASIO

 

Commenta Commenta la Poesia    


FACEBOOK


Una sciagura politica si abbatte
Il controcanto alterco tra ubriachi felici
foto, macchine inutili, pubblicità
Alienazione popolare

Torno a casa inutilmente, accendo il mio computer
Sono felice come un cretino
Armato di spada psicologica

Vorrei colpire con un clic
Uccidere qualche politico
Un camorrista

Uno a caso
Tu
Inutile bosco di parole

Ma tu mi ferirai, hai paura di me animale uomo
Perché vuoi vivere prima di me? Più intensamente di me?
Io sono un essere luminoso, e sono troppo furbo per farmi uccidere da te

O farmi fotografare dal vivo
No
Mai soddisferò il tuo infelice sadismo piccolo

Anche tu hai imparato a respirare fumo di sigaretta, davanti lo schermo
Bere alcool e usare droghe, come tutti
Anche tu sei perso in un freddo paese come l'Inghilterra a fare il cameriere

Anche tu farai un viaggio a scopo sessuale
In qualche paradiso tropicale
E morirai di cancro?

Io no.,vivo lo stesso, addirittura felice, forse per voi è un mistero
Resisto fino alla fine della catastrofe umana
Un alieno alienato, alienante.andato a letto presto

Senza controllare la mia posta elettronica
Le mie newsletter
Le mie amiche virtuali e non

Non ho un'auto scintillante
Ma posseggo molte donne ancora
Per non morire totalmente, faccio  l'amore, non è peccato perché amo

Non ho una campagna elettorale alle porte
Un amico che mi faccia diventare miliardario
E uomini da far lavorare sodo per me

Eserciti da mandare al macello
Premi da ritirare
E mogli orgogliose di me

No., ma non posso definirmi mediocre affatto
E anche se, non ricordo la chimica del liceo
E gli affanni., gli studi, i libri, e qualche sfigato amico vivo su facebook

Ho solo alcuni amici morti in mente, dei quali mi dispiace in fondo
Di overdose e puttane.o inseguendo il proprio direttore tristemente piegati
Nulla più, ma anche quelli attraverso le foto di famiglia, mi scrivono sempre

Foto, calendari e polvere., polvere
Ovunque., ovunque
Maledetti politici, riflesso di un popolo malato,sordo, indifferente

Berlusconi sanguina in TV.
Ora il computer s'è spento
Vado a letto

Come ieri
Come domani
Come tutti

E' tutta una grande follia
Difficile capire
Il vomito

Un giorno i politici non conteranno più
Allora sarà un giorno bellissimo
Un'aurora autentica

La mia alba
Su questa terra
O altrove

(Categoria: Social Network - Poeta: Rolando Attanasio )
Invia la Poesia ad un amico   Vota la Poesia. Media voti attuale (0)

Aforisma Precedente
Aforisma Successivo



commenti poesia FACEBOOK I vostri commenti alla poesia: FACEBOOK



Al momento non ci sono commenti, lascia tu il primo!







Lascia un commento...

Nome
(obbligatorio):
Email
(obbligatoria, non verr mostrata):
Commento
(obbligatorio):
 






 
Poesie & Poeti
Solo la Poesia ispira Poesia...

Network: PoesieePoeti.it | Apoftegma.it
powered by SitoFelice.it
I Can Always Make You Smile

Informazioni | Contatti | Indice
 
 

 Informazioni legali | Termini e Condizioni | Privacy | Cookies

© 2000 - 2015 SitoFelice.it - Creazione Siti Web - Roma